Le scienziate hanno bisogno di una grande voce

Scienze Politiche

Julia, bgci@inquirebotany.org | 14/07/11 | Mondiale

Nonostante decenni di consapevolezza, la scienza è ancora dominata dagli uomini. Le donne sono poco rappresentate nelle cattedre e nelle accademie nazionali di tutto il mondo. Questo è un problema conosciuto, ma ciò che viene messo meno in evidenza è come questo divario si svolga nell'arena pubblica della scienza. Scrivendo su Nature, Jennifer Rohn, una studiosa di biologia cellulare presso l'University College di Londra, sostiene che gli esperti della scienza maschile dominano televisione, radio e stampa. Afferma inoltre che questo squilibrio non può essere semplicemente spiegato con la carenza di docenti donne, che come molti esperti di sesso maschile sono ancora agli inizi della loro carriera accademica, quando i sessi sono ben equilibrati. Quindi cosa c'è dietro questa invisibilità delle donne scienziate nei media? E perché è importante? Jennifer pensa si tratti di una questione di sicurezza, una cosa che non sembra creare problemi alla maggior parte degli uomini. Dice anche che le donne possono essere a disagio nell’ interrompere e respingere conflitti e dibattiti. IBSE può contribuire a risolvere questo?

http://www.nature.com/news/2010/101208/full/468733a.html

Commenti

Non ci sono commenti. Commenta per primo usando il modulo che trovi
Want to comment? You need to sign in or register with INQUIRE

login_sign_in      login_join

Accessibilità

              

Finanziato dall'UE

  Share on Facebook