Impariamo di più dai successi che dai fallimenti

L.Pencheva inquire@abv.bg | 13/02/13

Per raggiungere i propri obiettivi non serve solo duro lavoro e disciplina, si tratta anche di fisiologia. Comprendendo come il cervello elabora il successo e il fallimento, si può far ripartire la produttività per dare il via ad una serie di vittorie positive.

Più volte si ha successo in qualcosa, più il cervello riesce a memorizzare le informazioni che hanno permesso quella vittoria. Questo perché dopo ogni raggiungimento di un risultato, il cervello rilascia una sostanza chimica chiamata dopamina. Quando i flussi di dopamina percorrono "il sentiero della ricompensa"  ovvero la parte del cervello responsabile del piacere, dell'apprendimento e della motivazione, dove vengono mediti i sentimenti di piacere e di soddisfazione, non solo ci sentiamo maggiormente concentrati, ma desideriemo anche rivivere l'attività che ci ha dato quelle sensazioni positive.

Questa è un'importante e dinteressante prospettiva sul processo di apprendimento.

Possiamo utilizzare l'approccio IBSE per calare gli studenti in una situazione grazie alla quale vivano l'esperienza di un tentativo riuscito, tale che li possa motivare a raggiungere nuovi traguardi?

Per ulteriori approfondimenti  http://www.entrepreneur.com/article/225356


Commenti

Non ci sono commenti. Commenta per primo usando il modulo che trovi
Want to comment? You need to sign in or register with INQUIRE

login_sign_in      login_join

Accessibilità

              

Finanziato dall'UE

  Share on Facebook