Pensieri in libertà?

Curriculum

03/01/13

Pasolini scrisse nel 1974: "L'ansia del consumo è un'ansia di obbedienza a un ordine non pronunciato. Ognuno in Italia sente l'ansia, degradante, di essere uguale agli altri nel consumare, nell'essere felice, nell'essere libero: perché questo è l'ordine che egli inconsciamente ha ricevuto, e a cui deve obbedire, a patto di sentirsi 'diverso'. Mai la diversità è stata una colpa così spaventosa come in questo periodo di tolleranza. L'uguaglianza non è stata infatti conquistata, ma è una falsa uguaglianza ricevuta in regalo

Siamo in grado di aiutare i giovani nell'esprimere le loro idee personali nella scuola come nella società?

Quanto incidono i curricola standardizzati sulla capacità degli studenti di produrre pensieri innovativi, avanzare ipotesi e teorie personali, prendere decisioni di vita autonome?


Commenti

Non ci sono commenti. Commenta per primo usando il modulo che trovi
Want to comment? You need to sign in or register with INQUIRE

login_sign_in      login_join

Accessibilità

              

Finanziato dall'UE

  Share on Facebook