L’UE pensa che la valorizzazione della natura possa contribuire ad arrestare la perdita di biodiversità

Biodiversità | Cambiamenti climatici

Julia, bgci@inquirebotany.org | 14/07/11 | Europa

L'Unione europea ha proposto di incorporare il valore economico della biodiversità nei suoi processi decisionali, nei sistemi contabili e di reporting, come parte di una nuova strategia che mira a proteggere e ripristinare alcuni degli habitat più vulnerabili d'Europa. L'idea del valore monetario dei sistemi naturali è stato introdotto dalla Banca Mondiale al vertice sulla biodiversità tenutosi a Nagoya nel novembre 2010 e si pone come risposta alle allarmanti statistiche sulle risorse naturali in Europa: il 25 per cento della fauna europea è a rischio di estinzione, l'88 per cento degli stock ittici sono sovrasfruttati o significativamente impoveriti e molti ecosistemi sono così degradati che non possono più fornire i servizi da cui la società dipende, come ad esempio l'impollinazione delle colture, l'aria e l’acqua pulita,il controllo delle inondazioni.

L'UE ritiene che un nuovo sistema di gestione della biodiversità potrebbe aiutare il blocco a raggiungere gli obiettivi che mirano a fermare la perdita di biodiversità entro il 2020 nonchè a proteggere, valorizzare e ripristinare la biodiversità europea e i servizi ecosistemici entro la metà del secolo. "Stiamo spendendo il nostro capitale naturale troppo velocemente. E tutti sappiamo cosa succede quando prendiamo in prestito al di là delle nostre possibilità. Dovremmo tutti essere consapevoli della gravità di questa situazione e dei nostri fallimenti del passato per affrontare il problema" ha dichiarato Janez Potočnik, il Commissario per l’Ambiente della Unione Europea.

Sulla stessa linea gli scienziati nel Regno Unito hanno pubblicato un rapporto nel giugno 2011, il UK National Ecosystem Assessment, che comprende i risultati di un innovativo metodo olistico di valutazione. È stato prodotto per riuscire a determinare i valori monetari degli ambienti naturali nel Regno Unito ed i benefici che possono apportare all'economia e società.

L'idea di marketising dei servizi ecosistemici è un argomento che potrebbe essere al centro del dibattito degli studenti. Come possiamo dare un prezzo al mondo naturale? Quali sono i problemi e le sfide di dare un costo ad un ecosistema una specie o un habitat? Queste informazioni potrebbero essere usate come stimolo per un'attività IBSE? Potrebbero essere i bambini ad elaborare un sistema di prezzi per la loro biodiversità locale?

http://www.businessgreen.com/bg/news/2047036/eu-considers-valuing-nature-halt-biodiversity-loss

http://www.greenwisebusiness.co.uk/news/uk-scientists-put-price-on-nature-with-national-ecosystem-assessment-2384.aspx

Allarga per visualizzare i commenti | 5 commenti

Commenti

This is important. I would like to propose a natureright system whereby the use of animal and plant images are linked to payment of a licence fee that goes to support conservation and habitat protection. For example, the polar bears in Coca Cola advertising would be chargeable at a particular rate that goes to Arctic or polar bear conservation.

da Sarah D | 13/12/11 04:54:12

Interesting idea!

da julia.willison | 11/01/12 01:00:01

why is my comment that is written in English and posted on the English page also appearing on the German page?

da julia.willison | 11/01/12 01:01:01

Op zich vind ik dat een goed voorstel maar eigenlijk is het erg dat we niet zelfsprekend rekening kunnen houden met natuur. Opkomen voor natuur betekent niet dat we ons enkel moeten richten op gebieden met een hoge natuurwaarde. Geen enkel natuurgebied mag opgegeven worden. Het is niet omdat een natuurgebied niet echt waardevol is dat het mag verdwijnen om er bv een weg door te trekken. Voor buurtbewoners heeft dit gebied wel een maatschappelijke waarde en dit is niet in geld uit te drukken. Mensen willen enkel 'hun' natuurgebied behouden wat de waarde ook moge zijn van het natuurgebied. door krist.tack | 14, Dec 2011 09:41:12

da krist.tack | 13/07/12 06:15:07

Want to comment? You need to sign in or register with INQUIRE

login_sign_in      login_join

Accessibilità

              

Finanziato dall'UE

  Share on Facebook